Volere, potere

Contro Eleonora Duse

Volere, potere di Martino Cafiero è la fonte letteraria dedicata alla presenza di Eleonora Duse ventenne presso il Teatro dei Fiorentini di Napoli tra la fine del 1878 e l’inizio del 1880. Qui, in un ambiente teatralmente fertile, la sua arte sboccia nei ruoli di seconda e di primadonna nel crocevia fra critica giornalistica e pratica scenica. Nel romanzo d’appendice, apparso sul «Corriere del Mattino», si riverbera uno snodo biografico cruciale per l’autore e per l’attrice, un amore passionale e contrastato scoppiato alle luci della ribalta e deflagrato nella camera oscura. Giornalismo, teatro e fotografia si intrecciano in un feuilleton che fa da sfondo ad alcune decisive scelte della carriera dusiana, nelle quali si gettano i semi del suo vocabolario recitativo e della sua arte futura.


a cura di: Teresa Megale, Elena Lenzi
Introduzione di: Teresa Megale
1. Voci di scena
scienze dell’antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
ISBN: 978-88-9295-294-2
Data di pubblicazione: gen 2022
N° di pagine: 380
Formato: 14,5 x 23 cm

    28,00 €
    28.0 EUR

    Aggiungi al carrello
    1. Voci di scena
    scienze dell’antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
    ISBN: 978-88-9295-295-9
    Data di pubblicazione: gen 2022
    Formato Digitale: PDF

      14,00 €
      14.0 EUR

      Aggiungi al carrello