La casa editrice

tab edizioni nasce da un’idea di un gruppo di professionisti da anni impegnati nell’editoria. Il marchio si rivolge al mercato editoriale accademico e scientifico, sia italiano sia internazionale, pubblicando testi di studiosi, docenti e professionisti, e connotandosi per un diffuso utilizzo delle tecnologie digitali.

Il nome e il logo

Il nome tab evoca mondi lontani e differenti, antichi e moderni, distanti secoli dal punto di vista cronologico ma coevi in ambito culturale, tenuti insieme da un lungo filo rosso che corrisponde alla comunicazione scritta in senso classico e alla comunicazione liquida della società attuale.
Nell’antica Roma per scrivere si utilizzavano le tabulae, tavolette di legno ricoperte di cera che venivano incise con lo stilus. Le tabulae, di fatto, non erano altro che dei primordiali tablet. Il Tabula era un antico gioco da tavolo, ritenuto l’antenato diretto del moderno backgammon, nel quale le pedine si spostano lungo delle frecce e ogni giocatore ottiene un punto quando la pedina esce dal tavolo di gioco. Il tab dei computer, diretto discendente del tabulatore delle macchine da scrivere, è il tasto che consente di passare agilmente da un punto all’altro del monitor o da un campo all’altro di un form, senza dover utilizzare il mouse, consentendo all’utente di saltare da un contenuto a quello successivo.
Significati e significanti del marchio editoriale tab edizioni si riferiscono proprio a questi scenari e attraversano il tempo: la classicità delle tavolette di legno utilizzate da uno dei popoli più istruiti e ingegnosi del mondo; la volontà dell’uomo di superare barriere e limiti, come le pedine del backgammon che escono dal tavolo di gioco per segnare un punto; la circolarità delle idee rappresentata dalle frecce parallele che si muovono in direzioni opposte del tasto tab delle prime tastiere.
Dal mondo classico a quello liquido e digitale, la necessità di arrivare alla conoscenza tramite un confronto tra diversi punti di vista è sempre stata l’unica strada da percorrere. Perché senza confronto non c’è possibilità di migliorarsi. Il logo di tab edizioni racchiude questi concetti in pochi tratti grafici distintivi. Il quadrato è ispirato alle icone delle applicazioni degli smartphone e dei tablet; le due linee orizzontali parallele e puntate in direzioni opposte – ostinate e contrarie – vogliono essere simbolo di un dibattito aperto, di quel confronto che è il punto di partenza necessario di un percorso evolutivo.

La mission

Innovazione, accessibilità e sostenibilità sono i valori fondanti di tab edizioni e sono combinati tra loro per dare vita a un progetto solido e coerente sotto tutti i punti di vista.
L’innovazione è rappresentata dalla forte apertura del marchio alle nuove tecnologie, sia per quanto riguarda le modalità di fruizione dei testi che per quanto concerne progetti paralleli di distribuzione degli stessi volumi, implementando e potenziando le attività tradizionali delle case editrici, sfruttando le possibilità di diffusione offerte dal web.
L’accessibilità si esplicita con la volontà di tab edizioni di aderire all’open access, per incentivare la circolazione delle scienze e sostenere la diffusione della ricerca. Accessibilità significa anche contenere i prezzi di copertina dei singoli volumi, così da permettere al maggior possibile di lettori di acquistare i nostri libri.
La sostenibilità, infine, si coniuga con scelte aziendali e editoriali che consentono di rispettare in toto l’ambiente, tagliando il più possibile gli sprechi e adottando una linea di lavoro che sia pienamente sostenibile. Per iniziare sono stampati esclusivamente i libri richiesti, azzerando di fatto i consumi e gli sprechi della carta in quanto materia prima. In una fase successiva tab edizioni si impegnerà anche a stampare alcune specifiche tipologie di volumi su carta riciclata, oltre che a incentivare sempre di più lo sviluppo del digitale.

Il catalogo

tab edizioni si rivolge al mondo dell’editoria scientifica e accademica pubblicando monografie, curatele, collane e riviste. L’intento è promuovere il confronto e lo scambio tra discipline, favorendo così la realizzazione di progetti editoriali interdisciplinari che abbracciano argomenti diversi e tematiche apparentemente distanti ma tra loro collegate. Il catalogo è strutturato primariamente in due macro sezioni, “università” e “saggi”, destinate ad accogliere rispettivamente testi di ricerca e volumi con un taglio maggiormente divulgativo, senza tuttavia rinunciare a un impianto scientifico.
Sono trattate e comprese nel catalogo tutte le quattordici aree di ricerca designate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca: scienze matematiche e informatiche; scienze fisiche; scienze chimiche; scienze della terra; scienze biologiche; scienze mediche; scienze agrarie e veterinarie; ingegneria civile ed architettura; ingegneria industriale e dell’informazione; scienze dell’antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche; scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche; scienze giuridiche; scienze economiche e statistiche; scienze politiche e sociali. A queste va aggiunta l’area di studi religiosi, non compresa nelle discipline previste dallo stesso ministero e trattata da tab edizioni con lo sviluppo di un progetto ad hoc, con un taglio ecumenico, che prevede collaborazioni con università pontificie, istituti e facoltà teologiche.
Il catalogo è arricchito con edizioni di opere straniere in traduzione, grazie all’acquisizione dei diritti dalle case editrici estere. Uno spazio di rilievo, inoltre, è riservato alle minoranze linguistiche italiane riconosciute dalla legge numero 482/1999 (espressioni delle popolazioni albanesi, catalane, germaniche, greche, slovene e croate e di quelle parlanti il francese, il franco-provenzale, il friulano, il ladino, l’occitano e il sardo), attraverso la cura e l’edizione di riviste specializzate con testi in lingua originale.

Chi siamo

Mario Scagnetti
direttore editoriale
Laura Moudarres
editor e vicedirettore editoriale
Giulia Ferri
editor
Giuliano Ferrara
caporedattore