L’Europa liberale

Un modello per i notabili dello Stato pontificio

Sul finire degli anni Quaranta del XIX secolo, la penisola italiana si confrontò con l’Europa liberale, entrò in quello spazio informale di discussione e modernizzazione sociale, economica e politica tramite una giovane generazione di uomini che attraversò nuovi luoghi e nuove forme di trasmissione dei saperi. Confrontati a una “impasse dottrinale”, derivata dal loro essere alla ricerca di un modello che potesse unire il desiderio di riforme a quello della stabilizzazione della società, i notabili dello Stato pontificio cercarono una sintesi tra quelle che Charles de Rémusat aveva definito: «le due maniere di governare: quella conservatrice e quella liberale». Un tentativo ricco ma breve, che finì per scontrarsi con un nuovo «sobbalzo europeo», come lo definì Pellegrino Rossi, che ne mostrò tutti i limiti teorici e pratici e che contribuì a ridefinire nuovamente la mappa del liberalismo europeo.

4. Le ragioni del tempo
scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
ISBN: 978-88-9295-492-2
Data di pubblicazione: mag 2022
N° di pagine: 316
Formato: 14 x 20 cm

    22,80 € - 5%
    22.8 EUR

    Aggiungi al carrello
    4. Le ragioni del tempo
    scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
    ISBN: 978-88-9295-493-9
    Data di pubblicazione: mag 2022
    Formato Digitale: PDF

      12,35 € - 5%
      12.35 EUR

      Aggiungi al carrello