Logopaideia

Sguardi plurali sull’educazione


La pedagogia generale, intesa nella sua duplice natura teorica-pratica, nei suoi fondamenti antropologico-filosofici, nel suo sguardo fenomenologico-ermeneutico e nel suo slancio personalistico costituisce il focus della collana. Tratto distintivo è lo sguardo rinnovato sul sapere pedagogico, ripensato e proposto in una nuova cornice concettuale, appunto come Logopaideia [dal greco λόγος (logos) e παιδεία (paidèia), ossia “riflessione/discorso sull’educazione/formazione globale dell’uomo”].
I temi riguardano il soggetto-persona, il suo diritto all’educazione, alla diversità assunta come valore e risorsa e sono analizzati in chiave interdisciplinare e interculturale, richiamando i valori del dialogo e del confronto con altri ambiti delle scienze umane e sociali.
L’obiettivo è uscire da una prospettiva astratta, monolitica e solitaria della riflessione pedagogica, spostando l’orizzonte al superamento delle sfide che pone la società attuale: globalizzazione, immigrazione, povertà educative, pari opportunità.

La collana si articola in 3 sezioni:
- “Studi e ricerche”, per opere che analizzano le diverse dimensioni della riflessione scientifico-pedagogica – con un’attenzione privilegiata all’esperienza scolastica, universitaria (formazione alla ricerca) e delle pratiche sociali e interculturali – e che evidenziano la complessità e la varietà della ricerca pedagogica nel confronto con le prassi educativo/formative.
- “Atti”, dedicata ai lavori presentati in occasione di convegni, seminari e summer school.
- “Compendi”, sezione manualistica che offre a studenti, educatori e progettisti della formazione un valido strumento per educare/rsi formare/rsi e progettare/rsi.