Call for Papers

tab edizioni promuove e sostiene l’innovazione e la ricerca all’interno del mondo scientifico e culturale, per favorire la diffusione delle scienze e del sapere.

Attraverso i Call for Papers è possibile partecipare a un confronto per portare il proprio contributo all’interno di un dibattito culturale.

In questo spazio sono pubblicati i Call for Papers relativi all’intero spettro del sapere, tra i quali è possibile individuare nuove forme di collaborazione per pubblicare articoli in rivista, contributi in collettanee e presentare il proprio intervento ai prossimi convegni.

Per inviare la propria proposta basta sfogliare i progetti di ricerca in corso; in alternativa è possibile visitare la sezione dedicata ai progetti conclusi, per scoprire i temi discussi all’interno del proprio ambito di studio.

Se invece si vuole lanciare un nuovo Call for Papers insieme a tab edizioni, è sufficiente contattare la casa editrice e inviare il testo di presentazione del progetto.

In corso

NUOVA ANTOLOGIA MILITARE 3 | Storia Militare Medievale

30/09/2021

Call for papers
Si invita a contribuire con propri articoli al fascicolo di Storia Militare Medievale in preparazione per NAM 3, 2022.  

È richiesto l’invio di brevi abstract (500 caratteri spazi inclusi) come manifestazione d’interesse entro il 30 aprile 2021

Gli articoli (in italiano, inglese, francese o spagnolo) devono essere compresi tra 40k e 80k battute (6/12k parole), con abstract e parole chiave in lingua inglese e corredati da una bibliografia finale. 
Le proposte devono essere inviate all’indirizzo: NAM.Medioevo@gmail.com. 

Download the call:

2021 03 31 NAM Call for papers 2nd NAM Issue on Medieval Military History.pdf

UGUAGLIANZA E DISUGUAGLIANZA NEL MONDO GLOBALE (1950-2020)

30/11/2021

Call for papers per la collana 

Zenit. Indagini e ricerche di storia globale

È richiesto l’invio di brevi abstract (max. 800 caratteri spazi inclusi) come manifestazione d’interesse entro il 30 settembre 2021

Download the call:

CFP_DISUGUAGLIANZA.pdf

Conclusi